Storico notizie archivio - Live the Change

vivi il cambiamento
i veloci cambiamenti nel settore dei trasporti
logo di live the change
logo di live the change
Vai ai contenuti

Storico notizie archivio

Archivi > Ricerca e sviluppo

La colonnina DuraStation™ di GE consente di eseguire rapidamente la ricarica. La concezione modulare e a prova di compatibilità futura del sistema garantisce agli utenti la possibilità di usufruire degli aggiornamenti man mano che nuove opzioni diventano disponibili. DuraStation™ consente di ricaricare rapidamente il veicolo, riducendo il tempo necessario da 6-8 ore a 1-2 ore con assorbimento di 32A a 400 V c.a., ipotizzando un batteria da 24 kWh e un ciclo di ricarica completo. DuraStation™ consente l'identificazione wireless con smartcard per l'autorizzazione alla ricarica. I profili e le transazioni dei guidatori sono gestiti dal software EV100.







    Sta per arrivare la Nuova Nissan Leaf  

La nuova Nissan Leaf avrà un pacco batteria da 40 kWh, che, secondo la Casa, sarebbe in grado di assicurare un'autonomia di 378 chilometri teorici, calcolati con il metodo Nedc. Il nuovo propulsore elettrico offre una potenza di 150 CV e un valore di coppia massima di 320 Nm con 144 km/h di velocità massima.
Arriverà nelle concessionarie italiane all'inizio del 2018. Quando arriveranno anche i prezzi per l'Italia: per ora si sa soltanto che in Giappone la nuova Leaf costerà come quella vecchia, nonostante i contenuti arricchiti.
La Nuova Nissan LEAF ha linee moderne e aerodinamiche, un frontale slanciato con una speciale griglia blu traslucida multidimensionale e un inconfondibile tetto che sembra quasi fluttuare sulla vettura.
Nel corso del 2018 arriverà una seconda versione di Nissan Leaf, con motore più potente e batteria più grande, dovrebbe trattarsi della variante 60 kWh.
Un’interessante caratteristica tecnica che introdurrà la nuova Nissan Leaf è l’e-Pedal. Promette una guida nella quale far ricorso quasi esclusivamente al pedale dell’acceleratore, relegando il pedale del freno a un impiego solo in caso di frenata decisa.

Con il lancio di WattStation™, GE prosegue il suo cammino centenario sulla strada dell'innovazione nel progettare e realizzare sistemi di distribuzione di energia elettrica. Ovunque vi troviate, la colonnina WattStation™ di GE consente di eseguire rapidamente la ricarica. WattStation™ utilizza la tecnologia smart grid di comunicazione bidirezionale tra rete di distribuzione elettrica e stazione di ricarica. WattStation™ offre capacità di ricarica AC, riducendone significativamente i tempi rispetto alle spine standard.






Honda Jazz 1.3 Hybrid


Per la prima volta, è disponibile con un motore ibrido che non troverete in nessun'altra vettura delle sue dimensioni. C'è un sistema Eco-Drive, standard su tutti i modelli hybrid, che consente di monitorare le emissioni. Così potrete godervi una guida più pulita ed efficiente. Questo innovativo sistema è perfettamente inserito nel cruscotto e vi aiuterà a capire come si guida in modo efficiente.


Allestimento                   Anno     Trazione         Alim.      CV/kW     Prezzo da
Honda Jazz 1.3 Hybrid     2016      anteriore    Benz/Elett    102/75     € 19.200
Comfort CVT                                                                                          



>> Nata per conquistare la città.
Mobilità urbana su due ruote.
smart electric drive, ovvero la smart ebike che trasferisce la forza innovativa di smart dalla strada alla pista ciclabile. Un Pedelec (Pedal Electric Cycle) in grado di unire funzionalità intelligente e tecnologia avanzata ad un design straordinario. Una soluzione che rende la mobilità urbana non solo più bella, ma anche più facile. Ad ogni spinta sui pedali il motore elettrico è pronto ad aiutarti, fornendoti l’energia necessaria per giungere alla meta. Con smart ebike sarai sempre in movimento. Proprio come la città.
>> Per ingranare sempre la marcia giusta.
Il motore fornisce la forza necessaria.
Un Pedelec si rivela tale solo nel momento in cui entra in gioco la trazione elettrica: il motore elettrico interviene a sostegno della forza muscolare consentendoti di avanzare senza sforzo. Ad ogni pedalata risulta subito evidente quanto sia semplice superare anche le tappe più diffi cili. Ciò è reso possibile dal motore della BionX integrato nel mozzo della ruota posteriore, brushless ed esente da manutenzione, che mette a disposizione quattro livelli di assistenza alla pedalata nella modalità «trazione». In questo modo si può scegliere in ogni momento in che misura farsi assistere dal motore elettrico da 250 Watt* fi no ad una velocità di 25 km/h. Impartendo ulteriore forza muscolare ai pedali si possono inoltre raggiungere velocità più elevate.
>> La forma della funzionalità.
Il linguaggio chiaro del design.
In sella alla smart ebike il piacere di andare in bicicletta si presenta nella sua forma migliore. Partendo dal tipo di trazione impiegato è stato creato un design che si discosta da quello classico dei Pedelec e porta la fi rma inconfondibile di smart. I componenti essenziali sono stati concepiti appositamente per smart ebike. Il risultato: un concetto bicolore e una combinazione di materiali tipicamente smart. A completare l’accattivante look di smat ebike sono le razze dalla forma caratteristica.





Un motore elettrico Yamaha rappresenta il modo più pratico ed ecologico di azionare una piccola imbarcazione.
Semplicissima da usare, ogni unità a 12V dispone di una staffa regolabile che ne semplifica il montaggio, per poter andare semplicemente in acqua, accendere e dare inizio al divertimento. La manopola di comando girevole di M26 ed M20 presenta: angolo di inclinazione massimo di 45°, estensione massima di 15 cm e comoda manopola ergonomica.
La robustezza è garantita dai motori del tipo a magnete permanente, dalle coperture e dai rivestimenti resistenti ai danni, e dagli speciali alberi di trasmissione compositi, resistenti a torsioni e corrosione in condizioni d’uso normali. Una speciale elica Weedless Wedge, con estremità della pala anti-alga, massimizza la spinta e impedisce il trascinamento di alghe e altri detriti subacquei.









Smart energy Expo

Salone internazionale dell’efficienza energetica   14/10/2015 - 16/10/2015   VERONAFIERE

Efficienza energetica, produzione di energia da fonti rinnovabili, generazione elettrica distribuita, illuminazione, mobilità elettrica, ibrida e carburanti alternativi, sistemi di accumulo, batterie, edilizia sostenibile ed ecocompatibile, climatizzazione e sistemi HVAC, smart grid.

      mail:info@smartenergyexpo.net

Una Ferrari elettrica? Forse non è un'eresia

La Ferrari pensa di realizzare un modello “full elettric”. A riportare l'indiscrezione è Automotive News che ipotizza che la decisione della Casa di Maranello sia stata presa dopo che anche Aston Martin ha dichiarato che porterà sul mercato, entro due anni, una versione “full electric” della Rapide accreditata di una potenza di circa 800 CV. La versione “full electric” della Rapide potrebbe costare tra i 200 e i 250 mila dollari, come dichiarato dall'ad di Aston Martin, Andy Palmer.
Dopo la Rapide full electric, Aston Martin prevede anche il lancio, ma non prima della fine del decennio, di una DBX, anch'essa full-electric, che verrà utilizzata per allargare la base dei potenziali acquirenti, in particolare in mercati come la Cina e la Russia, così come hanno in programma anche Bentley, Lamborghini e Rolls-Royce.
Perché questo dovrebbe interessare FCA e la “controllata” Ferrari? La ritrovata attualità delle auto elettriche grazie a due fattori chiave. Il primo è sintetizzato dalle parole dell'ad di Aston Martin, Andy Palmer. “Se si vuole continuare a fare motori V12, allora si deve pensare a qualcosa di estremo”. Infatti, i modelli a “zero emissioni”, infatti, sono necessari per bilanciare in futuro le emissioni dei potenti motori V8 e V12, in particolare in mercati come la Cina. Il secondo motivo, invece, è la possibilità di sfruttare l'interesse che il mercato sembra aver espresso per le vetture elettriche, ma molto potenti che si collocano al di sopra della più potente della Tesla, la S.
Biciclette Elettrizzanti

Nel settore delle biciclette a pedalata assistita (elettriche) si stanno proponendo molte novità! Con una vasta fascia di prezzi che vanno da qualche centianio di euro a diverse migliaia in base alle specificità dei teli, strumentazioni elettroniche annesse e capacità dei motori e batteria che consentono performance di un livello superiore. Può essere il futuro della mobilità? Per le grandi città molto probabilmente si! Si potrebbe ipotizzare di viaggiare per lunghi tratti con auto ibride o elettriche che consentono di risparmiare carburante ed inquinamento, per poi parcheggiarle ai limiti delle città, in apposite aree, per poi con la propria bici elettrica o a noleggio, andare in centro, in ufficio o a fare acquisti.
La nuova mobilità ci porterebbe a vivere meglio ne nostre città nelle quali passimo chiusi nelle nostre auto e non ci rendiamo conto delle meraviglie artistiche che ci circondano.
Per valutare bisogna conoscere, alcune realtà si possono trovare nella pagina del mercato delle due ruote.
   Buzz è la rinascita (elettrica) del Microbus Volkswagen
Ancora un prototipo, ma VW promette di portarlo davvero alla produzione. Interni incredibili e 600 km con una carica.
BUZZ è progettato sulla piattaforma comune MEB Architecture, e sempre come i suoi predecessori è elettrico con una batteria dalla capienza notevole. Parliamo di 111 kWh, in grado di assicurare 434 km secondo l'EPA, oppure 600 km secondo il ciclo NEDC, tutto questo nonostante gli oltre 4.80 metri di lunghezza e 1.82 di altezza.
BUZZ arriverà davvero alla produzione appena dopo ID Concept. Con quest'ultima prevista per il 2020, è plausibile pensare che il nuovo Microbus vedrà la luce non prima del 2021-2022.

Tecnologia Audi tron

Risposte per la mobilità di domani.


Due motori per una maggiore autonomia, più performance e minori emissioni.
Un’ibrida plug-in combina i vantaggi della trazione elettrica con quelli di un motore a combustione, offrendo solo il meglio di queste due tecnologie. A bordo di Audi A3 Sportback e-tron è possibile percorrere fino a 50 km in modalità completamente elettrica, una distanza equivalente all’utilizzo medio quotidiano di un veicolo. E se è necessaria una maggiore autonomia, entra in funzione l’efficiente motore TFSI. Il motore elettrico può essere usato per la funzione di boost, consentendo un dinamismo ancora più impressionante.
Il tempo necessario per ricaricare completamente Audi A3 Sportback e-tron dipende dal luogo e dalla modalità di carica. Usando una presa di corrente industriale (230 V / 16 A), bastano circa due ore e mezza. Con una presa di corrente domestica convenzionale, il veicolo si ricarica completamente dopo circa tre ore e 45 minuti.
Se confrontate con i sistemi tradizionali, le proprietà di handling risultano stupefacenti. Invece che promuovere l’efficienza a discapito del piacere di guida, il sistema di trazione elettrico supplementare garantisce un dinamismo nettamente superiore, e la guida puramente elettrica lascia davvero senza fiato. Potenza di sistema di 150 kW (204 CV), coppia massima di sistema di 350 Nm, accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 7,6 secondi e velocità massima di oltre 200 km/h: ecco di cosa stiamo parlando.
Il design di Audi A3 Sportback e-tron deriva da quello della A3 Sportback convenzionale. La linea dei tre finestrini laterali dona alla vettura un aspetto teso e concentrato; sul frontale, l’attenzione viene catturata dalla distintiva calandra single frame con gli angoli superiori smussati, specifica per il modello e-tron. Le superfici della carrozzeria sono in tensione, gli ampi passaruota accentuati, i sottili montanti posteriori tipici di A3 e lo spoiler al tetto evidenziano il carattere sportivo della vettura. I paraurti, anch’essi sviluppati specificamente per e-tron, differiscono da quelli della classica A3 Sportback così come numerosi altri dettagli. In particolare, i badge e-tron su retro e fiancate rendono riconoscibile questa vettura fin dal primo sguardo.Il design di Audi A3 Sportback non solo è popolare, ma ha anche ricevuto il premio red dot per il Production Design nel 2013.




Tesla, accelerazione da paura: da 0 a 100 km/h in 2,34 secondi

La Model S P100D, prodotto di punta della casa produttrice di auto elettriche Tesla, ha fatto registrare il record di accelerazione, passando da 0 a 100 km/h in appena 2,34 secondi. Gran parte del merito è della nuova modalità Ludicrous+.
Il tutto avviene poco dopo le rivelazioni del produttore Faraday Future che, al CES 2017, aveva comunicato che il suo prototipo F 91 era in grado di scattare da 0 a 100 km/h in soli 2,39 secondi.

A Vela
ENERGHEIA


La filosofia alla base del progetto è la stessa che guida il cantiere Vismara sin dalle sue origini e che affonda le radici nel concetto di barca fruibile e tecnologica. Interni spaziosi e luminosi, una coperta ben organizzata e vivibile che favorisca l’interazione uomo-natura e sistemi di automazione della gestione delle vele e delle manovre di ormeggio che facilitino la conduzione, come ad esempio magic trim e joystick di governo, sono solo alcuni degli aspetti che incarnano la filosofia Vismara. Il tentativo ben riuscito di coniugare eco compatibilità e fruizione rappresenta il merito più grande del cantiere Vismara e del V50 Hybrid.
A livello progettuale le particolarità tecniche che caratterizzano l’imbarcazione sono numerose, una su tutte l’adozione di un sistema di propulsione ibrido che permetta l’utilizzo alternato di un motore diesel e di un motore elettrico. Tale soluzione permette di navigare a velocità di governo con il solo ausilio del motore elettrico alimentato da batterie ed avere così accesso,ad esempio, a zone marine protette in totale silenzio ed armonia con la natura.
L’impianto ibrido sarà dotato di sofisticate batterie al litio, più costose ma molto meno inquinanti delle batterie al piombo, e grazie ad esse ed all’innovativo sistema di power regeneration, che sfrutta il trascinamento del motore elettrico durante la navigazione a motore e quello dell’elica durante la navigazione a vela, si otterrà un’autonomia energetica tanto eccellente quanto rara.
Infrastrutture per ricarica rapida: maxi joint venture tra BMW, Ford, Daimler, Audi e Porsche

Bmw, Ford, Mercedes e Volkswagen con Audi e Porsche hanno siglato una maxi joint venture per lo realizzazione e la diffusione di un sistema di ricarica rapida studiato per le auto elettriche e le ibride plug-in.
La scelta del connettore per la ricarica è caduto su quello di tipo SAE CCS (Combo Charging System), utilizzato da Bmw, Volkswagen e altri. L'obiettivo delle Case automobilistiche è quello di installare 400 colonnine dotate di  ricarica fino a 350 kW già a partire dal 2017.
L’obiettivo è di arrivare ad una copertura di “migliaia” di stazioni di ricarica entro il 2020. I nuovi punti di ricarica potranno essere utilizzati da auto elettriche e ibride plug-in di tutte le marche, previo utilizzo dei connettori CCS sulle vetture.

Fashion
Si contraddistingue per l’estrema leggerezza e maneggevolezza e assicura una guida morbida e confortevole. Design, finiture e raffinata strumentazione: luci di posizione anteriori a LED, lettore MP3, display anteriore a LED con messaggio personalizzabile e avvisatore acustico di cortesia per pedoni.
Omologati per 2 persone, utilizzano la tecnologia delle batterie agli ioni di litio estraibili, che durano 5 volte in più di una batteria al piombo per una ricarica semplice e dispongono di un efficientissimo sistema di gestione della batteria che si occupa del funzionamento e della diagnostica di tutti i componenti elettrici.


Si chiama Penelope, non è il nome di una ragazza, bensì il nuovo arrivato in casa Motorini Zanini, la neo-azienda Italiana produttrice di scooter elettrici. Dopo un mese dalla nascita, ecco che arriva il primo modello, dotato di design attuale e ottime dotazioni.
Freni a disco anteriore e posteriore, cavalletto centrale e laterale, ruote 120-60/13, indicatore di carica e due posti non hanno quasi nulla da invidiare a un “normale” scooter 50 con motore termico. Il motore da 1800W assicura una velocità massima di circa 45-50 km/h e le batterie al gel di silicio, che si ricarico in 5-8 ore, garantiscono un’autonomia di circa 45-60 km che si estendono fino a 95km con batterie al Lithio, permettendo di affrontare pendenze fino a 15°.
I cicli di ricarica includono 700 cicli pieni e la batterie sono asportabili. Peso in ordine di marcia: 100 kg, mentre la capacità di carico è di 150 kg. Penelope è disponibile nei colori Pink Lady, Royal Blue, White Moon, White Zero, Cranberry, Gold Star e tanti altri colori standard




Enertia Plus


La Enertia Plus elimina la premiata Brammo Enertia e stabilisce un nuovo livello di prestazioni. L'ultima batteria Brammo Power ® aumenta notevolmente la percorrenza, da 40 (65 km) a 80 miglia (129 km). Un raggio di sterzata più stretto rende più agevole in città e la sella ancora più piacevole. La ricarica viene semplificata nella Plus. Mentre la Plus mostra un profilo quasi identico alle originali Enertia mentre i nuovi colori combinati con la più recente grafica Brammo rendere il Plus immediatamente riconoscibile.




Lightning Superbike, una moto elettrica vince al Pikes Peak 2013
(di Lorenzo V. E. Bellini - luglio 2013 QN)

Pensavate che una moto elettrica non potesse battere le normali moto con motore a combustione? Sbagliavate di grosso. Infatti al Pikes Peak International Hill Climb, una delle gare più impegnative del mondo, si è consumato un vero e proprio trionfo per le due ruote ad emissioni zero, dato che la Superbike costruita dalla Lightning Motorcycles è riuscita ad avere la meglio su una Ducati Multistrada 1200 S.
La Pikes Peak è una gara su una distanza di 20 km con un totale di 156 curve, ma ciò che più impressiona è il dislivello di quali 1.500 metri tra la partenza e l’arrivo, con un arrivo a 4.300 metri di altitudine. Si tratta di una prova di coraggio e resistenza come poche altre e non a caso. In selle alla Lightning Superbike si trovava Carlin Dunne, che già nei test pregara aveva fatto registrare risultati tali da far presagire qualcosa di storico quando sarebbe arrivato il momento della resa dei conti. Il suo tempo di 10:00.694 è bastato per sconfiggere l’avversario ducatista Bruno Langlois, che invece ha impiegato 10:21.323 per completare il percorso. In nome della trasparenza, occorre dire che la performance della Ducati non è stata degna dei giorni migliori, dato che le moto della casa italiana si sono già dimostrate ampiamente in grado di chiudere il percorso decisamente al di sotto della barriera dei 10 minuti, ma quest’anno è andata così.
Si tratta di una prima volta assoluta nella quale una moto elettrica ha battuto, senza alcun dubbio o lamentela, tutte le avversarie con propulsore a combustione e, soprattutto, partendo ad armi pari senza vantaggi di sorta. In effetti la moto della casa americana è un vero gioiellino. Monta un motore raffreddato a liquido IPM con una potenza da 125 kW. La velocità di punta è di ben 348 km/h, mentre il pacco batterie in dotazione è da 370 V e 12 kWh, il che garantisce un’autonomia massima di 160 km. Per quanto riguarda le altre dotazioni, vale la pena citare i freni a disco Brembo da 310 mm con pinze radiali a quattro pistoncini, cerchi Marchesini da 17 pollici in magnesio e sistema di recupero dell’energia frenante. Il prezzo di listino parte da 38.888 $, pari a circa 29.800 € al cambio attuale.

A3 Sportback e-tron


Tutti i vantaggi della guida elettrica, senza nessuna restrizione. Audi A3 Sportback e-tron è la prima compatta di categoria premium con trazione plug-in ibrida di serie. La combinazione tra la tecnologia all'avanguardia TFSI® e il motore elettrico consente di ottenere un consumo particolarmente basso di 1,5 l/100 km, con emissioni di soli 35 g CO2/km (nel ciclo combinato). Il tutto con un’autonomia fino a 940 chilometri (fino a 50 km in modalità solo elettrica).




Q7 e-tron quattro

Obiettivi eccezionali richiedono capacità eccezionali. Grazie ai suoi due motori, Audi Q7 e-tron quattro presenta caratteristiche straordinarie: ottima efficienza, emissioni zero in modalità elettrica, dinamica di guida sportiva, ampia autonomia, indipendenza dagli impianti di ricarica, materiali e lavorazioni di massima qualità.  In modalità esclusivamente elettrica la Q7 e-tron quattro ha un’autonomia fino a 56 chilometri. Audi Q7 e-tron quattro consuma solo 1,8 litri di diesel ogni 100 chilometri ed emette appena 48 grammi di CO₂ al chilometro.



330e

La BMW ActiveHybrid 3 è sinonimo di un sistema innovativo di propulsione abbinato a una dinamicità senza eguali. Gli interni convincono per i materiali pregiati e un vano bagagli estremamente funzionale. L'intelligente gestione dell'energia della prima berlina BMW interamente ibrida assicura l'interazione ottimale di motore a combustione e motore elettrico: l'energia è utilizzata solo quando necessario. Così potrete godervi un feeling di guida eccellente. La BMW ActiveHybrid 3 è disponibile, su richiesta, anche con Sport Line, Luxury Line, Modern Line o in versione M Sport.

X5 xDrive 40e


Il meglio di due universi si unisce in un ibrido plug-in a trazione integrale che offre uno straordinario comfort: la BMW X5 xDrive40e iPerformance. L’innovazione si abbina magnificamente all’eleganza e alla versatilità tipica della BMW X5. Si tratta di un incontro riuscitissimo tra dinamica di guida, efficienza e rispetto dell’ambiente, che si concretizza in un concept innovativo e perfettamente adatto alle qualità di uno Sports Activity Vehicle.


   


         

C 350 e

La tecnica PLUG-IN HYBRID definisce nuovi parametri in termini di efficienza, comfort di propulsione e comfort di climatizzazione. La C 350 e rende così possibile viaggiare in ambienti urbani a zero emissioni locali, offrendo al contempo la massima idoneità all'uso quotidiano e il comfort tipico della Classe C.
Oltre alla possibilità di ricevere energia per il motore elettrico della vettura attraverso l'impianto frenante con sistema di recupero, è anche possibile ricaricare la batteria collegandola a una presa elettrica.Questa funzione permette di percorrere 31 km in modalità esclusivamente elettrica fino a una velocità di 130 km/h.


C 350 e SW

La tecnica PLUG-IN HYBRID definisce nuovi parametri in termini di efficienza, comfort di propulsione e comfort di climatizzazione. La C 350 e rende così possibile viaggiare in ambienti urbani a zero emissioni locali, offrendo al contempo la massima idoneità all'uso quotidiano e il comfort tipico della Classe C. Oltre alla possibilità di ricevere energia per il motore elettrico della vettura attraverso l'impianto frenante con sistema di recupero, è anche possibile ricaricare la batteria collegandola a una presa elettrica. Questa funzione permette di percorrere 31 km in modalità esclusivamente elettrica fino a una velocità di 130 km/h.


GLC e  Coupè


La prima scelta fra le alternative.

Un sistema propulsivo che coniuga un piacere di guida all'insegna dell'agilità con consumi di carburante molto bassi e la possibilità di viaggiare a zero emissioni locali: con il GLC 350 e 4MATIC, Mercedes-Benz propone per la prima volta uno Sport Utility Coupé di medie dimensioni con l'innovativo ibrido plug-in. Questo sistema combina le performance brillanti di un motore a benzina con l'efficienza di un potente motore elettrico. Con un'autonomia fino a 34 chilometri e una velocità massima di 135 km/h, il motore elettrico della trazione ibrida plug-in consente una guida esclusivamente elettrica, e questo fin dall'inizio del viaggio grazie al Silent Start. Il motore a combustione si avvia soltanto quando viene richiesta maggiore potenza.



GLC e SUV


Il GLC 350 e 4MATIC dimostra di possedere un carattere particolarmente attento all'ambiente. Questa vettura coniuga l'emozionante esperienza di guida tipica del GLC con consumi ed emissioni sorprendentemente bassi. La propulsione puramente elettrica consente, inoltre, partenze silenziose ed accelerazioni fulminee. In tal modo, l'ibrido plug-in proietta nuovamente il GLC al vertice dell'innovazione. La funzione ECO start/stop spegne automaticamente il motore a combustione durante le soste. Nelle decelerazioni l'energia cinetica della vettura viene sfruttata per accumulare energia elettrica nella batteria ad alta tensione. A seconda del programma di marcia selezionato, inoltre, la funzione "Sailing" spegne il motore a combustione fino ad una velocità massima di 160 km/h, quando il guidatore toglie il piede dall'acceleratore.


GLE 500 e 4MATIC


Prendete confidenza con un piacere di guida per voi ancora sconosciuto: il GLE 500 e 4MATIC è il primo SUV con trazione ibrida plug-in firmato Mercedes-Benz. Questa vettura coniuga la moderna elettromobilità con le doti fuoristradistiche del GLE. La concezione ibrida, che abbina un motore elettrico con batteria ricaricabile da una sorgente esterna e un motore V6, invita a pensare in modo completamente nuovo. Viaggiate a emissioni locali zero e scoprite l'agilità di un SUV al passo coi tempi.

La batteria agli ioni di litio da 85 kW permette al nuovo GLE 500 e 4MATIC di percorrere fino a 30 km esclusivamente ad alimentazione elettrica. La vettura raggiunge in questa modalità una velocità massima di 120 km/h, con un valore di emissioni locali di CO2 pari a 0 g/km.



Classe S 400 HYBRID


Un'autentica alternativa e il giusto passo in avanti sulla strada che conduce ad un futuro a zero emissioni: Riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, aumento della coppia e della potenza: la tecnologia ibrida combina tutti questi vantaggi senza rinunce in termini di abitabilità, volume del bagagliaio a disposizione nonché comfort climatico e dello sterzo. Il cuore di questa concezione è la combinazione di un motore termico e di un motore elettrico. Il motore elettrico viene in aiuto del motore a combustione, supportandone il funzionamento. Un'elettronica intelligente assicura la perfetta interazione dei due propulsori. Il motore elettrico può sostituire localmente il motore termico, per esempio nei comprensori urbani. È quindi possibile percorrere tratti di strada di una certa lunghezza in modalità puramente elettrica. Inoltre, un intelligente sistema di ricarica di bordo permette di ricaricare la batteria collegandola a qualunque presa di corrente domestica.


immagine di auto elettrica
Privacy Policy
Torna ai contenuti