Normative della Regione Abruzzo - Live the Change

vivi il cambiamento
i veloci cambiamenti nel settore dei trasporti
logo di live the change
logo di live the change
Vai ai contenuti

Normative della Regione Abruzzo

Normative > Regionali

                                                               Abruzzo

Pianificazione Energetica
Il Piano Energetico Regionale (PER) è lo strumento principale attraverso il quale la Regione programma, indirizza ed armonizza nel proprio territorio gli interventi strategici in tema di energia. Si tratta di un documento tecnico nei suoi contenuti e politico nelle scelte e priorità degli interventi.
Un forte impulso a predisporre adeguate politiche energetiche è stato impresso dai profondi mutamenti intervenuti nella normativa del settore energetico, nell'evoluzione delle politiche di decentramento che col DLgs. 31 Marzo 1998 n. 112 hanno trasferito alle Regioni e agli Enti Locali funzioni e competenze in materia ambientale ed energetica.
Gli obiettivi fondamentali del PER della Regione Abruzzo si possono ricondurre a due macroaree di intervento, quella della produzione di energia dalle diverse fonti (fossili e non) e quella del risparmio energetico; più nel dettaglio, i principali contenuti del PER sono:
   la progettazione e l'implementazione delle politiche energetico - ambientali;
   l'economica gestione delle fonti energetiche primarie disponibili sul territorio (geotermia, metano, ecc.);
   lo sviluppo di possibili alternative al consumo di idrocarburi;
   la limitazione dell'impatto con l'ambiente e dei danni alla salute pubblica, dovuti dall'utilizzo delle fonti fossili;
   la partecipazione ad attività finalizzate alla sostenibilità dello sviluppo.
L'articolazione del PER può essere ricondotta a due fasi fondamentali:
   Analisi ed inquadramento della situazione attuale del territorio comprendente anche la redazione ed analisi del Bilancio Energetico Regionale ed ambientale
   Definizione del Piano d'Azione
L'obiettivo del Piano di Azione del PER della Regione Abruzzo è sintetizzabile in due step:
   Il Piano di Azione prevede il raggiungimento almeno della quotaparte regionale degli obiettivi nazionali al 2010
   Il Piano d'Azione prevede il raggiungimento al 2015 di uno scenario energetico dove la produzione di energia da fonti rinnovabili sia pari al 51% dei consumi alla stessa data passando attraverso uno stadio intermedio al 2010 dove la percentuale da rinnovabile è pari al 31%.
Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 - Programma Operativo Interregionale "Energia rinnovabile e risparmio energetico"
Il Programma Operativo Interregionale "Energia rinnovabile e risparmio energetico" si inserisce nel Quadro Strategico Nazionale per il ciclo di programmazione della politica di coesione comunitaria e nazionale per il periodo 2007-2013 (Priorità 3 "Energia e Ambiente: uso sostenibile e efficiente delle risorse per lo sviluppo").
Il Programma Operativo Interregionale "Energia rinnovabile e risparmio energetico" si inserisce nel Quadro Strategico Nazionale per il ciclo di programmazione della politica di coesione comunitaria e nazionale per il periodo 2007-2013 (Priorità 3 "Energia e Ambiente: uso sostenibile e efficiente delle risorse per lo sviluppo").
Per l'importanza assegnata agli obiettivi di politica energetica da raggiungere e agli obiettivi di sostenibilità ambientale, nel quadro della politica regionale unitaria il Programma Interregionale interessa i territori delle Regioni dell'Obiettivo Convergenza (Sicilia, Calabria, Puglia, Campania) ed è cofinanziato dai Fondi Strutturali, ed è esteso a tutto il Mezzogiorno (ovvero anche alle regioni Basilicata, Molise, Abruzzo, Sardegna), a valere su risorse finanziarie della politica regionale nazionale (Fondo per le Aree Sottoutilizzate).

immagine di auto elettrica
Privacy Policy
Torna ai contenuti